1 aprile 2013

† † † † † † † † † † Enzo e Franco

.......................................   †  †  †  † †  †  †  †  † †  †  †  †  † †  †  †  †  † † ..............................

No, Enzo è passato oltre, come un Segno nel Ghiaccio di questa valle dei Freddi.
Come Franco, così son gli Artisti.

In questo luogo ove persin il tempo è Fuggito, avvolto entro il proprio Sudario, come un Urlo. Rimangon solo Vetuste ragnatele ed un nido di Vedova Bianca. Forse fucileranno il Vecchio sul Colle, oppur gli mozzeran le Mani, così che non possa più' Tesser Artefatti del Male.
In fondo, anche i Ladri son Artisti, in un certo senso.

Io, per fortuna, non ho mai saputo porre due sillabe in Croce: solo Ridere , come tutte le Baldracche sguaiate ed affogar la mia Ignavia nelle Orge.
Eri Bello ed io perdutamente Riflessa nel Tuo esser ingenuo ed Impetuoso.
La Tua mano, così Sapiente e Dolce, ad insinuarsi entro la mia Gonna, su' su' a cercar l'Origine delle mie Cosce.
La mia a Raffrenar il Desiderio: il nostro.Così diverso, curioso come un Gatto di Bosco entro la Fenditura di un albero a Scovar il luogo ove si pone a nidificar un'Uccellina.

Passo' oltre anche la Bell'estate, la Gioia.
Ti chiusi la Porta , sbattendola forte su quel Tuo bel Volto...

Ancor oggi Ti Scrivo, come un Arabesco di Brina, entro la Notte.
Il mondo fuori, Infuria, grida, come fan i Fantasmi abbracciati al Precipizio.
Rimangon qui, privi d'Amore, di Tenerezza e Carne...
Eri Dolce, nel Suggerne le Mie.
Come un Colombo, Ti dissetavi alle mie Acque.
Ed io mi Levavo in Te.

Helga Von Stauffenbergh
†  †  †  † †   †  †  †  † †  †  †  †  † †  †  †  †  † †  †  †  †  † †  †  †  †  † †  †  †  †  † †  †  †  †  † †  

5 commenti:

  1. Anastasija Nikolaevna Romanova the Princess - Ekaterinburgmartedì 2 aprile 2013 13:47:00 GMT+1

    ProtoCollo dei Savi di Pulcinella.
    Non v'eran Saggi a Benares, non Upanishad, non Mitra, non Veda a Varanasi.
    Troppa Luce.
    Nel Sulfureo Vesuviano RetroBottega, il gran Maestro di Mazze e Coppe del Sacrificio, col GrenbiAle brattato di Ecumenico Luciferini, sbattè le Ali alla Gallina cisAlpina.
    Corse voce che volesse Maritar il Grillo, si da farne MariTozzo.
    Maro' che Abbraccio di Mors.
    Maro' del Cielo, non delle Armi...
    Madama di CariGnano, par Madonna di GraGnano.
    La Dama è Mobile, qual Le Pen al Vento...
    Nera al par di CastiGlione, al suol Casella di Gran Dama, oltralpe.
    NapoLeone et la ReStaurazione.
    Okhrana, ancora la Puttana.
    Puttana la Maestra, Puttana, Puttana...
    Quella d'Hystoria.
    Confusione nelle Menti, morìa delle SeMenti...
    Ascesa dei SerPenti.
    Il Serpente con Le Pen...
    Piumati...

    Ai Funerali erano in Tanti, Dotti, Medici e SerPenti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Manfred Albrecht Freiherr von Richthofenmartedì 2 aprile 2013 21:11:00 GMT+1

      La Morte, è spesso piu' Viva di quanto la si Immagini, nel Praticarla.
      Una Vita Ambigua, certo, ma Dinamica.
      Una sorta d'Infermiera dell'Anima.
      Da Piccolo, muori al Ventre della Mamma ed Apri la porta del Lazzaretto: questo enorme Penitenziario a Cielo aperto, come una Ferita nell'Utero del Dio.
      Questo è il Male che si viene a Combattere.
      Quante Persone deboli, vengono lasciate in Disparte, o peggio, ricacciate, rintuzzate?
      La nostra Presenza, non differisce dagli Schiavi del Faraone o di Cesare: sempre l'appressarsi alla Verita' della Vista, agita la RePressione.
      Un tempo, si ponevan le Gabelle, la Frusta, la Tortura delle Macchine da Segreta, i Massi ciclopici ...
      Or, semplicemente, si opta per i Bombardieri, l'Aids, la Pressione fiscale, i Media.

      Come a Benares, i bimbi marci d'Inedia, accatastati a morire tra gli sguardi degli Avvoltoi.
      I Notabili, alle Sante Abluzioni e sfoggio di Baldacchini e Ridicoli, ombrelli, ParaVenti all'Ombra di Elefanti, nell'Ostensione di corpi Bronzei, Celesti o, figli di Kalì, rosso $angue...

      Il tutto, fra gli Escrementi delle tante Vacche $acre, al Tempio, ove si Uccide ancora.
      Oggi, nell'Indifferenza di Sempre.

      Elimina
  2. Mary Jane Kelly Prostituta di bassa estrazionedomenica 14 aprile 2013 22:12:00 GMT+1

    Credevo che il Mondo fosse un unico Sprofondare nell'Abisso, come una Goccia di Sangue nella Fossa delle Marianne: una sorta di Tueleries dell'Animo.
    Or, in questo Luogo di Vergini e Sacerdotesse, abbraccio la Misericordiosa e Splendida fisicita' del Divino.
    Quell'Utero, quelle Carni, persin le Viscere di cui venni Depauperata.
    Fin il Cuore ed a mezzo il fegato, mi tolsero, Strappato a morsi.
    Destino degli Ultimi, dei Sottogradini delle scale popolari.
    Padre Merrin o pur Dr. Mabuse, Mari o Monti, sempre le lor Strade menavano al Delitto.
    Le mie spoglie, aperte al Petto e l'Addome Vuoto, al par d'una Casa funestata da uno Sfratto...
    Uomini timorati di Dio, così li Chiaman: chirurgia della Finanza, il lor Destino.
    DAllo squarcio entro la Gola, sol danza Macabre note, il Vento.
    Ossì, diranno ch'era opera d'un Pazzo ed archivieranno il Caso.
    Diranno ch'è stato Jack the Ripper.

    No, Jack si sta Maritando in Rome...
    Il cielo, s'arrosa di Petali intrisi del mio Sangue.
    LA mia Creatura, al par della VAgina, buttata lungo il ciglio della Strada, fra i Rifiuti...
    Le mie Mani, ingioiellate con Sette fili delle mie Viscere.

    Credimi, attento Lettore: è Tutto Vero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. LilY MArlene Night Liver in Berlinlunedì 15 aprile 2013 21:53:00 GMT+1

      E vivevamo tutte al di qua del Muro, entro la Porcilaia Fredda, a leccar il Culo a Napoleone ed i suoi Prodi Vopos: GArgarismoMella, Colla de Rienzi, la Gabbanella el GAtto.
      Ed io volevo Piangere sopra quei Viali di case Gelide, dalle Finestre Squassate ed i sali di Vetro a terra a luccicar le mie LAcrime spente.
      "Papa', stai Bene?" facevi, ignara ch'io fossi la tua Mamma.
      "Perchè lo domandi, Bambina?"
      "Non so, ma hai un espressione simile alle Veggenti di Medjiougorje".

      mI GELASTI IL SANGUE.

      Una ragazza dell'Est, l'avevo scorto, aveva simili pensieri ed una Corrente magnetica a Pulsare.
      Correva il Bus...
      Come corrono gli Uomini, gli eventi.
      Come stavo bene d'Inverno, sulla Torre della Radio ed il Trapezio del Circo Weiss.
      CAde la Piuma Ultima.
      Ed il Sorriso, si scioglie nel RAccoglierla...
      Com'eri Bella, con le mie Mutande, Rondinella.
      Non come i CAttolici, lesti nel CAlarle.
      Se non mi restassi tu, Invaderei ogni Luogo della mia Follia.
      S'inchinavano le CAse, ridenti e Spiazzate, tremanti.
      Denudate nelle loro Certezze, fin lì seguite.
      Prigioniere di un'Emozione Negata.
      Si stendevano infine, Accogliendomi entro il CAldo Ventre, allattandomi alle CAscate dei loro Seni.
      Camminavamo Insieme, sulle Rotaie dei Treni Stellari.

      Gli uomini, chini, non ci Conoscevano.

      Elimina
    2. Sophie Magdalena Scholl Die weiße Rosedomenica 21 aprile 2013 13:46:00 GMT+1

      AnimiAmo,
      microbi,
      un Pozzo di Merda.

      La Mafia è una Montagna di Merda.

      Salimmo ai Monti, noi nani a cavar la Miniera delle Perle per agghindar BiancaNeve, la Porka di HArdcore.
      Scoppio' l'Incendio in Galleria, ma dall'Ascensore calavan Polvere Pirica a Caricar gli Estintori.
      Un frammento d'Evanghelion, riportava: " La MAfia è una Montagna di Merda".
      In fondo, piccolo: Peppino Impastato.
      La Direzione in radiodiffusione , tra uno Squittio d'una Porcina e l'altra, lo sbuffo di un Fornero, inviava i Pensieri di Miao: " Vedo la Luce in fondo al Tunnel!".
      E Noi scavavamo, entro il Profondo delle Viscere...
      Or la Scoperta: "Una Piramide Nera nel Sottosuolo, piu' fonda delle FonDazioni del MAusoleo di Silviolo: la TetraGonadica di Gufankamon".
      Entro, la Salma Mummificata del FAraOne ammantata di Luce Luciferina a Salir dal Pozzo, al par della F(r)eccia Nera.
      A Milleottantottanni Risorge.
      Dopo sol due giorni di CAmera ArDente...
      Piu' forte del Kristo, tratto dalla Morte a Trentatreanni dal PAdre.
      Lei si Autoeleva, la MAdre di tutti i Diavoli...
      Il Pozzo di Lucifero, non a caso si chiama la Kaina...
      Sta in fondo al Vesuvio?

      LA MAfia è una Montagna di Merda e s'è fermata a NApoli.
      Kristo, ad Eboli...
      LA MAfia. è una Figlia di Puttana.
      A volte, torna a trovar la Nonna a Boston...
      Passando per un Sepolcro Imbiancato, dove questa sta di CAsa...

      Elimina