14 giugno 2013

LEVATEVI DI ULO

https://www.google.it/search?q=LEVATEVI+DI+CULO&ie=utf-8&oe=utf-8&aq=t&rls=org.mozilla:it:official&client=firefox-a#client=firefox-a&hs=YPj&rls=org.mozilla:it%3Aofficial&sclient=psy-ab&q=LEVATEVI+DI+ULO&oq=LEVATEVI+DI+ULO&gs_l=serp.12...76042.76042.0.77462.1.1.0.0.0.0.130.130.0j1.1.0...0.0...1c..17.psy-ab.0lI3oX5NMJ0&pbx=1&bav=on.2,or.r_qf.&bvm=bv.47883778,d.bGE&fp=a4165ad55307bf5b&biw=1885&bih=926

**********************************************************************************
-----------------------------------------------------------------------------------------------






http://www.vernacoliere.com/

1 commento:

  1. Diana Spencer , D.Lady in the Darkmercoledì 19 giugno 2013 21:34:00 GMT+1

    Tutti i giorni si succedono, uguali, in questo penitenziario di teste vuote.
    Lo chiamate stato, ma appare piu' tosto una fossa comune, empia di cadaveri fumanti.
    Accoppiamenti di puttane che tirano allo cheque di fine mese mentre schiavi sfiniti s'imbottiscono di sonniferi per dormire ed eccitanti per risvegliarsi l'indomani.
    E buttati sui treni o sulle auto per correre immuseruolati al lavoro d'accattonaggio, tal'è ora...
    Balle, balle nella testa, senza piu' fiamme entro il cuore...
    Cadaveri a passeggio.
    Morti deambulanti vorrebbero tassare le prostitute, quando prostitute, sarebbero, per definizione lor stessi.
    Le Donne non si comprano, non si vendono: son tempio dello Spirito d'Amore...
    Li chiaman uomini d'oggi, invece son morti paraviventi, chiusi entro pregiudizi angusti piu' dei confini fra le quattro mura d'appartamento.
    Conigliere pret a porter.
    Vorrei ritrovar gli occhi della zingarella di Valencia, ridente ed innamorata a morte, nell'esclamare: "Chissa' cosa dirai ai tuoi, innamorata di una Tsinghena!?".

    Nel posarle il capo alle spalle, i miei specchi gocciolavan al par delle mie lune tagliate alle vene.
    Una lama, un coltello numero 22 ficcato al cuore, nel bel mezzo, al centro.

    Ed ora, son qui bannata dalla civil society, suicidata con pillole a flaconi ed il Chanel n°5, al di sopra del fetor di crisantemi.
    Pel mio funerale in contumacia.
    Mi voglion morta, al par di Marylin, di Marlene.
    Forse una sera, m'ubriachero' d'islamici Principi, fuori dal deserto dei Boulevards, fra i lampi di fuochi fatui, ai fanali dei paparazzi del secret service.
    Non mi cercate piu' fra i Morti...

    Io son volata via.

    RispondiElimina